Piazza Pretoria o Piazza della vergogna


Storia di Palermo



Piazza Pretoria di Palermo si trova nel Lato sinistro di Via Maqueda, dove è possibile arrivare tramite una scalinata, circondata nei restanti tre lati da Palazzi. Nel primo lato di piazza Pretoria troviamo, due palazzi baronali: palazzo Bonocore e palazzo Bordonaro separati da una scalinata sul Cassaro nel lato destro il palazzo Pretorio, sede del comune edificato nel XIV secolo e ristrutturato nel XIX secolo, la piazza prende il nome da questa Palazzina, infine nell’ultimo lato troviamo la chiesa di Santa Caterina d'Alessandria costruita alla fine del XVI secolo.

La fontana di Piazza Pretoria, fù realizzata a metà del XVI secolo dallo scultore Francesco Camilliani nativo di Firenze, inizialmente la fontana era stata realizzata per il giardino del nobile spagnolo Don Luigi Toledo, suocero del Gran Duca di Toscana Cosimo I dei Medici.
Una ventina di anni dopo, per colmare dei debiti i Toledo furono costretti a vendere la scultura. Il Senato palermitano decise di acquistare la fontana e di collocarla di fronte la struttura del comune, la fontana giunse a Palermo nel 1574.

Piazza Pretoria è anche conosciuta come Piazza della Vergogna a tal proposito ci sono diverse tesi che spigano questo nome, la prima tesi è che le suore della chiesa di Santa Caterina, che non accettando quelle nudità poste sotto il loro naso , di notte decisero di rompere tutti gli organi genitali delle statue e da quel fatto venne fuori il nome di Piazza della Vergogna, un’altra tesi è dettata dalla corruzione che gravava nel Palazzo comunale di Palermo , corruzione talmente spregiudicata che era appunto una vergogna, l’altra tesi è che nel periodo che si decise l’acquisto della fontana a Palermo c’era molta carestia e malattie e vista l’esorbitante cifra pagata per l’acquisto della fontana, circa ventimila scudi (ottomila onze) , cifra che giustificava i debiti dei Toledo piuttosto che il valore della fontana in se, con l’aggiunta di altri scudi per il trasporto effettuato smontando la fontana in 664 pezzi e con l’aggiunta di altri scudi per la messa in opera a la realizzazione di altri pezzi per renderla ancora più maestosa, I Palermitani giudicarono la spesa una vergogna ed ogni volta che uscivano I parlamentari dal palazzo, si sentiva urlare Vergogna!!! Vergogna!!!. In alcuni periodi le sculture della fontana sono state coperta con dei veli.

Alla fontana, che è di forma ovale sono stati aggiunti altri pezzi laterali e le figure sono in alcuni casi figure mitologiche in altri casi figure umane.

Nella sua messa in opera sono stati espropriati alcune case che erano presenti nella piazza ed in alcuni periodi la fontana è stata interamente recintata.

Altra curiosita della fontana di Piazza Pretoria sono la mancanza di alcuni nasi , che visibilmente oggi si può ntare che sono stati ricostruiti in modo piuttosto grossolana, infatti durante il trasporto, passando da Messina, le statue sono state rovinate volutamente dai messinesi, per vendetta verso Palermo che aveva a detta dei Messinesi in modo ingiusto, il primato di essere stata promossa capitale della Sicilia, merito strappato alla città di Messina.




Bed And Breakfast Palermo centro
Liberty Palace

VIA Milano ,15 -
90133 PALERMO (Pa)

- Telefono +39 091 2757798
- Mobile    +39 392 2884512
- Mobile    +39 328 0703341
- E-Mail      info@libertypalacepa.it

Partita iva 05864340822

Guest House rispondente alla max classificazione 3 stelle - APPT Sicilia



facebookinstagramm